Return to Website

L'angolo (Radio)Tecnico

Inserisci qui le tue richieste di consulenza tecnica riguardo alle tue riparazioni, sostituzioni di pezzi, tarature ecc. Un consiglio: per avere risposte utili cerca di formulare la domanda in modo chiaro e completo.

Per iniziare una nuova discussione, fare clic su Start a new post qua sotto. Per rispondere basta fare clic su Reply a fianco ad ogni post. Infine occorre copiare nell'apposita casella i caratteri che appaiono in fondo a ciascun modulo. E' una misura di sicurezza per evitare messaggi automatici.

L'angolo (Radio)Tecnico
Start a New Topic 
Author
Comment
View Entire Thread
Re: Re: Onde Corte, Addio!

Una notissima battuta affermava: NON CI RESTA CHE PIANGERE....magari interessarsi e collezionare farfalle....chissa' non ci tolgono anche quelle.Con grande rammarico,ANGELO GUZZO.

Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

Ricordo con nostalgia quando, circa una decina di anni fa circa, mentre mi trovavo dall'altra parte dell'emisfero, ascoltai (in orario inusuale, per via del fuso) il notturno italiano sulle onde corte, smanettando una grundig yacht boy 215 che ho ancora. Oggi dopo tal ferale notizia mi viene spontaneo un pensiero: al viaggiatore solitario, un tempo bastava una radiolina per conoscere in tempo reale le notizie del proprio paese lontano. Oggi quello stesso viaggiatore dovrà attrezzarsi di ricevitore satellitare o conessione a internet per ascoltare un radiogiornale... Ma è davvero questa la tecnologia, intesa come quel qualcosa che avrebbe dovuto semplificarci la vita? Io credo che in RAI ci sia un apposito ufficio che partorisce certe idee... e che si dovrebbe chiamare U.C.A.S. (Ufficio Complicazione Affari Semplici)!
Con cordoglio
Riccardo Lavecchia

Re: Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

Ho appreso la triste notizia ieri notte, direttamente dall'altoparlante di una vecchia FOR del 1933 appena resuscitata. Io sono rimasto incredulo, la radio forse avrebbe preferito restare muta.

Re: Re: Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

sono d'accordo con Marco Gilardetti, se non ci muoviamo non ci resta che piangere (come qualcuno ha già detto). Negli ultimi giorni non riuscivo neanche a capire perchè in onde corte non ricevevo i notiziari italiani...che bella sorpresa! A che serve riparare le radio se poi sono condannate al mutismo? Tanto vale lasciarle integre come la casa costruttrice le ha fatte. Al max gli togliamo un pò di polvere, una lucidatina al mobile.... oppure impariamo il cinese!
buone onde medie a tutti... godiamoci queste ultime onde a modulazione d'ampiezza

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

Che dire... Attila al suo passaggio aveva lasciato meno rovine.
E se mi azzardo a trasmettere nelle frequenze ormai libere (nel senso che sono inutilizzate) sono sicuro che vengono a farmi visita...
W la Cina!

Re: Onde Corte, Addio!

Aggiungo un piccolo commento per spiegare meglio il concetto di "miope e forse in malafede". Tanti anni fa, nella mia citta' (Cagliari) c'era una rete di tram, che erano in servizio fin dai primi anni del '900. Uno di questi tram portava alla spiaggia, la famosa spiaggia del Poetto. Era una vera e propria attrazione turistica, oltre al fatto che svolgeva un servizio veloce, utile e non inquinante. Una giunta comunale degli anni '70, miope e forse in malafede, decise di eliminare tutta la rete tranviaria, allo scopo di combattere i problemi del traffico allargando la strada asfaltata per fare spazio alla nuova tecnologia (il trasporto su gomma). Trent'anni dopo i problemi del traffico non sono stati risolti, e non c'e' nessuno a Cagliari che non rimpianga il rumoroso sferragliare del vecchio tram.

Continuiamo cosi', facciamoci ancora del male...

Re: Onde Corte, Addio!

Salve,
ho provveduto a scrivere due semplici righe a Rai International ma ovviamente non servirà a niente.
(Copia ne è stata inviata anche a leradiodisophie.it e a Vecchiaradio.com Associazione AIRE)
Sono senza parole.
Cordialità
stefano

Re: Re: Onde Corte, Addio!

Purtroppo pochi comprendono ancora l'importanza di certi
mezzi di comunicazione, dato che come si usa oggi vecchio=sorpassato e tutto deve essere internet e cellulari (per la massa).
Provate a chiedere ai militari se fanno un passo indietro sulle frequenze a loro assegnate...un motivo ci sarà!

Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

Con grande rammarico mi unisco al disappunto di tutti gli appassionati.
Il paese che ha dato i natali al genio di Marconi ha sacrificato sull'altare della modernità le trasmissioni in O.C.!!!! e, visto il tragico andazzo, le Onde Medie seguiranno a breve lo stesso destino.
Solo ieri sera ascoltavo, con un glorioso FRG-7 (unica mia concessione allo "stato solido") ed un pezzo di filo buttato fuori dalla finestra un programma in Italiano trasmesso da Colonia su 594 Khz.

Per ascoltare qualcosa nel nostro bell'idioma, saremo costretti a vagare sulle frequenze.........

Ennesimo esempio di miopia tecnologica e culturale! La paura è che si tratti semplicemente di: malefede, condita di basso rendiconto economico ed un pizzico (q.b.) di ignoranza.


Salvatore

Re: Onde Corte, Addio!

Una soluzione quasi semplice ci sarebbe:
la privatizzazione delle frequenze AM.
Molte grandi industrie potrebbero essere interessate: se la gamma FM è già cosi piena come è, figuriamoci un servizio in grado di coprire un territorio migliaia di volte più grande. Bella cosa si potrebbe fare usando gli impianti statali, senza smontarli e poi farli di nuovo.
Il problema è che le persone che gestisono queste cose sono estrememante testarde!
Comunque Radio Vaticana in italiano trasmette, e sono sicuro che lo farà ancora per molto tempo. Vabbe, diventeremo più religiosi!

Re: Re: Onde Corte, Addio!

A proposito di trasmissioni AM in italiano e non-RAI, un paio di anni or sono mi era capitato di sintonizzare sui 1584 kHz, AM una emittente di Momigno (credo prov. di PT); che io sappia è l'unica realtà privata nell'AM italiana. L'emittente mi pare che abbia anche un suo sito internet. Tra l'altro vantava di trasmettere in AM Stereo (ovviamente mono-compatibile), e sulle sue pagine web spiegava qualcosa del funzionamento di questa sconosciuta tecnologia. Non so se l'emittente è ancora attiva.

Sperando di aver dato una buona notizia, senza voler fare pubblicità ovviamente, saluto tutti gli utenti.

Diego C.

Re: Re: Re: Onde Corte, Addio!

Certo che esiste una radio AM STEREO: è Radio Studio X. Trasmette dal 1983 anche in AM; attualmente è fornita di un trasmettitore da 100KW.
Cordialità

Re: Onde Corte, Addio!

Giusto per portarne a conoscenza la comunità del Forum la rai international mi ha risposto con quattro righe prestampate.
Che desolazione
cordialità

PS: le email che in copia avevo mandato a info_at_leradiodisophie.it e a info_at_vecchiaradio.com mi sono tornate indietro. Indirizzi email inesistenti.

Re: Re: Onde Corte, Addio!

andate sul sito di rai international e cercate onde corte.
vi danno tutti gli orari, le trasmissioni,ecc e SI VANTANO CHE DAL 1929 TRASMETTONO ININTERROTTAMENTE!!!!!!!!
ps il piano degli orari e delle frequenze e' valido fino al 28 OTTOBRE!!!!

oltre il danno la beffa.....quasi quasi non pago il canone rai!

Re: Onde Corte, Addio!

Ciao a tutti.
Ho provato ad andare sul sito dell'AIRE ma non c'è nulla a riferimento di quanto sta accadendo.
Fare la lotta dei singoli contro le istituzioni non ha mai portato a buoni frutti (a meno che non si abbiano risorse finanziarie notevoli).
Possibile che l'associazione che ci rappresenta non abbia messo neanche un piccolo messaggino da qualche parte? (se ho visto dalle parti sbagliate mea culpa).
Poi, magari, come successe per le onde medie, non si farà nulla, ma è importante sentirsi legati e uniti nel fine comune, altrimenti si farebbe meglio a cancellare tutti i post sconsolati che mi hanno preceduto e accaparrarsi un collegamento adsl oppure un bel ricevitore satellitare e fare contenti coloro i quali su queste cose ci speculano......chissà....magari......mi faranno lo sconto sull'acquisto di qualcosa online......
Pace e bene.
Carlo.

Re: Re: Onde Corte, Addio!

Buongiorno a tutti.

copio dal precedente:

"[...]altrimenti si farebbe meglio [...] accaparrarsi un collegamento adsl oppure un bel ricevitore satellitare [...]"

mmmh... come alternative non mi entusiasmano: nè l'ADSL nè il ricevitore Sat si possono collegare direttamente alle nostre radio, se non con qualche accrocchio home-made passando per la presa "fono" (se presente)...

Credo che un TX casalingo "nano-power", abbinato a CD, radio FM, etc. possa ugualmente andar bene per togliere dal letargo le amate valvolozze, senza contare che un mini-TX si può improvvisare su una basetta con un transistor e qualche componente (di recupero) a costo neanche lontanamente paragonabile a qualsiasi adsl o impianto sat.

Cordialità

Diego C.

Re: Onde Corte, Addio!


Buonasera a tutti,
forse sfugge una cosa ben più importante del mutismo cui sono destinate oramai le nostre radio da collezione.
Sfugge il fatto che forse anche le nostre libertà sono destinate al mutismo. Il liberare frequenze da trasmissioni inutile non è un grave danno. Lo è invece il toglier la parola o la facoltà di manifestare il proprio pensiero a dei lavoratori e/o giornalisti, o la facoltà di fruire tale pensiero da parte di ascoltatori o di semplici appassionati di "navigazione" di onde radio.
Forse esagero?
Cordialità

PS: Giusto per fare chiarezza, che nostre invenzioni sta distruggendo il nostro paese?